Addio

colore-grigio-di-bianco-del-nero-della-nuvola-mucchio-medio-dell-arcobaleno-103713690.jpg

E un solo addio
Che spegne il tuo sorriso
La tua felicità illuminante
Quella modalità terrena
Sarà un Paradiso ora che puoi volare come aria?
Ma era terra non cielo
Adesso è infinito

Modalità trasferimento attiva

Buongiorno a tutti a breve trasferirò tutto direttamente al sito

https://www.cacciolafrancesco.com

( che sarà attivo a breve fine aprile) questo perché potrei non rispondere a vostri messaggi o interventi. Il blog continuerà la sua attività ma lo gestiro’direttamente dal sito.
Questo per scusarmi per eventuali mancate risposte e per essere poco presente ai vs meravigliosi articoli. Come ogni trasferimento porto le cose più preziose e le persone con cui maggiormente ho legato continuando a seguire la vs attività comunicativa e artistica. I cambiamenti servono per due buoni motivi

Avere nuove prospettive
E trovare nuovi stimoli

Ciò che ho vissuto in questo blog non è lontanamente paragonabile a nulla di ciò che ho vissuto

Vi ringrazio infinitamente e vi ringrazio dal profondo del mio cuore

Desideri

fotografie-interpretazione-dei-sogni-651340182.jpeg

È tardi scrivi
È presto schivi
Come le nuvole non abbiamo sensi di marcia solo spazio
Sconfinato
Spazio
Mai sazio semmai assennato

Non sogni tu non rifletti neppure

E sogni ancora e poi ti perdi
Quante curve quanti labirinti la nostra vita per poi rincorrere un fantoccio che qualcuno ha abbandonato

Com’era bello l’orizzonte quando tu eri il sole ed io che volevo solo arrivare lì a te
Ma ero orizzonte e dovevo solo disegnare la distanza

E mai sfiorare il tuo volto
La tua bocca
I tuoi infiniti
Che altro non erano che i miei desideri

Domani

Ho sogni sotterrati e sguardi rivolti al futuro che chiamo domani.

Ho ideali materializzati in piccoli corpi e mappe di viaggi mai fatti appesi, in attese soffocate in occasioni sfuggite

Ho fiato da spendere e poca energia

Ho tanti difetti quanti sono gli uomini e quei piccoli pregi da non trovarne altri

Ho tante cose da scrivere

Pochissime cose da dire

Non ho tempo neppure se incollassero tutta la settimana in una giornata

Eppure lo vivo

Comunque è passato

E sarà sempre domani

La felicità

” E se la felicità non fosse da trovare in qualcosa che si cerca ma nel considerarla in ciò che si ha? ”

Odio l’estate…i pensieri vanno in ebollizione e spesso finiscono con il bollire ma non trasformarsi in concetti.

Fosse solo questo..basterebbe un buon condizionatore d’aria … Ma la premessa diventa una buona scusa per mandare i punti in vacanza e focalizzarmi su tutto quello che davvero conta. Ricerca… Trovare accuratamente elementi che possano evidenziare spesso un concetto chiaro in una logica investigativa o culturale.. come se ricerca non fosse solo cercare, ma ri-cercare su qualcosa che già conosci che non hai scoperto . È un gioco il mio che vuole evidenziare come ricercare mi dia senso di setacciare accuratamente qualcosa che già ho ( possibilmente )… Il concetto appena espresso è contestabile lo comprendo, ma una delle regole sublimi dello scrivere è decidere liberamente di stabilire a priori il destino di un concetto.

Per questo bisognerebbe essere felici di ciò che si ha .. spesso non è per sempre… O meglio può esserci sempre anche quando non ci sarà.

Preferisco la felicità che conservi che evidenzi in ciò che hai… Potresti perdere tempo a cercarla altrove non trovandola o rendendoti conto che ciò che contava di più era sempre stata lì…ad un passo da te.

Questo discorso non è un caso… Non è solo il caldo il male di questa tossica estate 2019… Ma abbiamo sempre la cura…dentro di noi ( questo vale per tutti) è racchiusa tra una gabbia di costole e batte sempre a differenza delle campane..

Good night

?

È ingiustificabile questa mia assenza

Mi son detto ” scrivere tanto per scrivere …no, non è da me” capita di aver necessità di staccarsi da tutto, perché questo tutto evidentemente è saturo…eccolo il vecchio saggio …che si cela tra le righe… Ho scritto tanto…troppo direi …ma lo scrivere resta comunque la mia forma espressiva quindi continuo a farlo…ma per scrivere qui bisogna sempre avere qualcosa da dire evidentemente in questo periodo non ho cose da dire come MERITA lo spazio che tenti di salvaguardare…..leggo distrattamente leggo e certamente come il tempo strano di questo 2019…ci sono come il sole e poi sparisco nascodendomi dietro qualche nuvola. Ma …sapete che gioco di fantasia…e se il sole si nasconde dietro la luna???

Conto dì tornare

Amore

L’amore

È come lo vedi

Semplice

Indispensabile – stacanovista esausto

Elegante o in tenuta da lavoro

Vivo

Ricco di spazi creati in nascondigli di cuore

In grotte scavate in milioni di memorie

Dentro ogni cosa

Conservatato in attimi

Riposto in ricordi di tempo

Che come l’aria sconfinano

In uno spazio che non esiste

È solo dentro di noi

Ognuno di noi

Arcobaleno

Attraverso i tuoi occhi risalgo

Le tempeste

Le bufere

Ogni precipizio si appiattisce

Ogni bivio ha solo un verso

I versi poi

Non ne basterebbero altri e altri ancora

Se rimediando un emozione saprò scrivere ancora di te sapendo cosa sia amare

Allora anche i tuoi occhi avranno colorato

La tinta spenta della mia anima

Trasformandomi in un arcobaleno

Resistere

Ero steso

Niente mi ricordava che esistevo

Eppure

Quella mia incessante voglia dei tuoi occhi

Del tuo viso

Del tuo esistere

Mi riportava alle memorie che dovevo

Resistere

Ritrovarti in ogni giorno

In quel mistero che è l’amore

Inseguire

Negli occhi scuri della foresta

Un buio che conduce

Il resto fu ridente felicità

In una festa senza canti

Condizione ideale

È proprio quando smetto di pensare

Provare

Che smetto di vivere

Sarà una brutta abitudine

Ma la mia condizione ideale è riflettere

Immagazzinare

Immagini…momenti…fotografarli dentro, ed imprimerli a solchi spessi nell’ anima mai adatta

Solo cosi posso ricordare

Quante cose vissute

Quante provate

Quanti errori

Quanti traguardi

Colleziono idee

Raccolgo istanti

Come un conservatore che ammucchia

Per poter dire a se stesso

L’ho vissuto.

Per questo mi piace scrivere

Mi ricorda, quanti raccolti

Troppi sogni

E tutte le parole

Cbe ho provato

Che non ho detto

Che ho provato

Ri-leggendo

Che ho inciso

Vivendo.

Uscita Quando la pioggia diventa neve

Sono particolarmente contento nell’ annunciare l’uscita ufficiale del saggio

Quando la pioggia diventa neve

Sono tante piccole emozioni – tanti momenti vissuti
Tante battaglie affrontante da un genitore dell’ autismo ( cosi amo definirmi )
Rendere quel dolore – orgoglio, era questo che non avevo capito e successivamente ho compreso . il vero male non è l’autismo …ma ciò che lo circonda.
In questo saggio si parlerà di trasformazione
Del passaggio emozionale che vivono i genitori nel diventare …consapevolezza.
Questo libro oltre a promuovere il contetto di autismo sarà devoluto alle associazioni per progetti destinati ai bimbi/ragazzi speciali.
Quindi ogni libro è una buona opportunità

Grazie di cuore

https://www.booksprintedizioni.it/libro/saggistica/quando-la-pioggia-diventa-neve

https://goo.gl/YK9gLi

Quando la pioggia diventa neve

Alla fine riesci a scriverlo, combatti con te stesso…vinci? Non ho idea di una vittoria quando lasci il tuo cuore al giorno dell’accertamento. Sono fermamente convinto che dal giorno in cui mi sono trasformato da papà a padre di una bimba autistica…la mia vita sia cambiata…sia differente…diversa, come diverso è il mondo che vivo. Migliore? Non so se sia migliore o solo differente – so per certo che l’amore ti migliora, l’amore autistico è più amore …come sono maggiori le cose che devi curare…più dolore si vince con più amore.

Allego l’immagine di quella che sarà la copertina del libro che prossimamente uscirà.

Inoltre

Il motivo principale è ricordarvi che con il ricavato aiuteremo le famiglie che hanno necessità di aiuto ed interventi. Le famiglie che non possono permettersi le cure. Perché va ricordato che a livello sanitario nazionale, gli interventi fornitii sono minimi – per non dire nulli, per cui Le terapie educative possono essere svolte solo privatamente. ..Un libro in più – può fare la differenza. Divulghiamo ed incentiviamo questo saggio perché oltre a fornire una nuova idea che servirà a capire – può aiutare chi ha necessità di cure.

Finisco col dire

Dedico il tutto a mia figlia Diletta che mi ha insegnato quell’ amore che non potevo immaginare Esistesse.
Lo scrivo con il cuore spezzato ma con l’orgoglio di un padre convinto che solo attraverso lei ho compreso che l’amore non ha davvero limiti . Lei ha oltrepassato ogni cosa – tutto.
Senza mai dimenticare la mia Luana che ha avuto il coraggio e la grinta di Sdoppiarsi – Sostituendomi quando non ero in grado di accettare ciò che stava accadendo e riportandomi nella realtà – insegnadomi ,come osservare questo nuovo mondo che Stava diventando la nostra vita.
Lo ha fatto rispettando i miei tempi curando il mio male con il suoi sorrisi, i suoi abbracci e i suoi richiami.
<< di questo mia cara Luana non posso che ribadirti eternamente grazie>>

Anticipazione.

Ogni volta che posso

Tutte le volte che posso

Cit ( da anonimo )

Sapete che mi piace raccontare e spiegare le possibili assenze – giustificate e non.

Questa è giustificata “un progetto”

Si chiama libro. Ma oltre ad essere un libro è per beneficenza.

Argomento autismo – chi meglio di me potrebbe raccontarlo. Cosi è nata l’idea.

Uscira’ i primi di Marzo e sarà devoluto interamente a due associazioni . Una nazionale e l’altra sul territorio dove vivo.

Avendo un figlio autistico è stato complicato, difficile e molto complesso.

Sono molto soddisfatto di averlo progettato sfidando il mio dolore, mi è servito ad essere più chiaro e sincero con me stesso.

Ho imparato che sfidando le nostre paure ci riscopriamo più forti.

Inoltre sarà di aiuto ai progetti dei bambini speciali e su tutto sarà di aiuto alle famiglie che questo problema non lo vivono ma possono imparare a comprendere le altre.

Non aggiungo niente di più

Non posso adesso – ma sono felice di averlo fatto…per tante buone ragioni.