Dentro

Non sarà solo una poesia

A smuovere tutto questo dentro

A cambiare il senso delle cose piazzate nell’ esistenza – come obelischi piantati nell’ anima.

Come se fosse solo colpa del destino.

L’ affanno nelle mie parole

Lo sento arrampicarsi – sino ai nodi in gola

Ed già finito il giorno

Col timore che sia identico anche domani

Cosa ci metto in ogni poesia?

La voglia di superare il resto. Ogni cosa che mi ipnotizza spingendomi avanti.

Quello che rimane

Quello che non va via

Ho paura, capita sai anche a chi sorride sempre

Dentro ogni cosa

Ci sono io,

dentro ci sono sempre e solo io..

11 pensieri riguardo “Dentro

  1. E’ talmente delicata questa tua e nonostante tutto forte. Forte di chi sa che anche o forse soprattutto in quello che scriviamo ci siamo per prima cosa noi, esseri meravigliosi e sensibili. Buonanotte e a presto. Provo a scrivere 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Quanto di più importante ci possa essere in una nuova poesia , l’essenza della verità e della persona che la mette in scena . Non importa se i giorni son sempre uguali , le idee non restano a lungo la stessa . È questa la magia che uso lo scrittore .
    E qui ci sei tu , allora siamo a posto 😊

    Piace a 1 persona

    1. Considero le tue parole una linea guida a cui mi accodo e da cui imparo ogni giorno. Ci provo…provo a scrivere conservando intatta quella parte che ho assorbito dal quotidiano – provando a travestirla. Tu in questo sei geniale le tue parole,le tue poesie sono delle rappresentazioni scenografiche di spaccati di vita cosi veri, cosi vissuti da proiettare che legge in altri emisferi. Ovviamente in altri lidi esistono altre penne…mi serve scrivere…serve principalmente a me a rendermi più adattabile al mondo, spesso in ciò che riporto – confido – sperando che quello spazio sognante dia nuova energia. I sogni sono artefizi è vero ma se sognando si rende malleabile la scena di ogni giorno – significa che possiamo avere la possibilità non di cambiarla la realtà, ma di adattarla. È vero i giorni non saranno mai uguali – e quella è forse la paura di cui annuncio la presenza. Per il resto..io seguo le tue indicazioni come gli infanti seguono la voce delle madri… Si cresce cosi – inseguendo un piacere. Un grazie infinito Runa. La tua presenza tra le mie parole è motivo di grande piacere

      Piace a 1 persona

  3. e’ vero , come a te a me , serve scrivere per adattarci ad una realtà troppo pesante a volte , le parole aiutano , ci modellano , ci rendono morbidi e forti allo stesso tempo .
    grazie infinite per le tue parole , le accolgo sempre molto volentieri e mi portano su fogli bianchi intenta a dipingerne bordi nuovi 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...