#

depositphotos_78965608-stock-photo-open-notebook-with-stack-of.jpg

Il buio è come una benda che beffa il mio sguardo
All’ orizzonte come un’altra illuione che devi stendere allo stesso sole dove hai steso le pene
Alla festa mai terminata
Dove non sei mai andato
Non è mai finita
Fondamentalmente una cosa che non inizia potrebbe non terminare mai
Alla voglia di credere nonostante non sia la fede il mio modo di credere in qualcosa.
Ma in cosa credo – ancora non sono riuscito a comprendelo.
Nel giorno che vivo?
Nella casa in cui so di abitare?
Nel posto più lontano in cui mi trovo adesso?

Può essere che attribuisco effettivamente il male al male e il bene al male o il male al bene e il bene al bene o sia convinto che il bene sia la coda del male e il bene la mia testa che lo guida. Non so vedere oltre il male – e quindi il bene ( delle cose…inteso per cose ) non sappiamo apprezzarlo anche quando lo abbiamo lo riteniamo scontato. Come se spettasse di diritto. Non è scontata la felicità. Non è garantita per 100.000 km o per 4 anni. Il bene inteso come sensazione di beatitudine di serenità non è certo.
Non è scontato il tutto – il tutto non può essere come lo vogliamo perché tutto non è solo ns

La variante nel tutto è nella comunità
Spazi comuni – vita altrui ( anche )
Tutto

Al mare di cui sono indigesto
Sarà che il nord/est/ovest/sud
È tanto per tutti anche per me

Al grande tondo a cui attribuiamo lo sferico destino..ma chi mi dice com’è fatta davvero una cosa se non l’ho mai vista.
L’informazione è un virus..avete mai provato a dire acqua e trasferire il concetto ad una persona invitandolo a fare a sua volta un passaparola. Alla fine della giornata quell’ acqua che avete commissionato sarà un oceano in cui annegheremo.

Mi piace pensare ancora che ogni cosa che svogliamo nella ns vita è una grazia a cui dovremmo essere più legati e più rispettosi. Spesso ciò che abbiamo non ci basta ma se imparassimo ad apprezzarlo come un dono e non un diritto certamentr quel briciolo di serenità sarebbe più presente. Credo, spero.
Temo che l’era induca attraverso il progresso a farci sentire insoddisfatti ma se ci fermiamo per un attimo e ci pensiamo bene. Ma quanto è bello ciò che abbiamo.Basterebbe solo apprezzarlo.
Perché ho scritto questo?
Spesso capita a me e vorrei ricordarmelo tra qualche settimana.
Ricordati di essere felice.

Annunci