Condizione ideale

È proprio quando smetto di pensare

Provare

Che smetto di vivere

Sarà una brutta abitudine

Ma la mia condizione ideale è riflettere

Immagazzinare

Immagini…momenti…fotografarli dentro, ed imprimerli a solchi spessi nell’ anima mai adatta

Solo cosi posso ricordare

Quante cose vissute

Quante provate

Quanti errori

Quanti traguardi

Colleziono idee

Raccolgo istanti

Come un conservatore che ammucchia

Per poter dire a se stesso

L’ho vissuto.

Per questo mi piace scrivere

Mi ricorda, quanti raccolti

Troppi sogni

E tutte le parole

Cbe ho provato

Che non ho detto

Che ho provato

Ri-leggendo

Che ho inciso

Vivendo.

6 pensieri riguardo “Condizione ideale

  1. La vita è fatta di attimi, positivi e negativi, e bisogna viverli tutti…troppo spesso lasciamo passare del tempo senza prestargli la giusta attenzione, dimenticando una cosa fondamentale, che non ritorna 😉
    Buon fine settimana Francesco 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Ti capisco. Ricordo che mi è capitato di leggere delle cose scritte da me anni prima di cui neppure ricordavo l’esistenza e da cui avvertivo una distanza tale da non sembrare facessero parte di qualcosa che è successo in me, o a me; qualcosa che ho scritto io di mio pugno. È come se le cose che viviamo, proviamo e via dicendo siano in grado di donarci delle nuove consapevolezze e forme, ma il ricordo, man mano che l’insegnamento si fa più chiaro in noi, si allontana da noi.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...